Il programma escursionistico festivo qui illustrato offre una ricca e varia tipologia di escursioni in grado di soddisfare tutti i nostri soci, dai più allenati alle persone che si vogliono avvicinare a questa pratica.

Vi invitiamo a leggere accuratamente le locandine che di volta in volta presenteranno in modo dettagliato le singole escursioni. I coordinatori di gita sono presenti in sede per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Per tutte le escursioni i soci CAI sono già assicurati contro gli infortuni e per la responsabilità civile. Gli eventuali non soci vengono assicurati per la singola giornata.

Le iscrizioni si ricevono presso la sede del CAI Vimercate, il mercoledì e venerdì dalle 21 alle 22.30. Salvo diverse istruzioni, le iscrizioni si aprono il mercoledì successivo alla precedente gita.

Per informazioni più dettagliate venite in sede o consultate il libretto con il programma annuale completo (in questo Menù alla voce “Programma Completo”).

PROGRAMMA 2019

MARZO

ESCURSIONE nella Valle del Curone

Alla scoperta di questa valle così vicina a noi, così conosciuta, ma che riserva ogni volta panorami diversi. Borghi rurali, terrazzamenti, vigneti e coltivazioni di rosmarino ci accompagneranno lungo il percorso.

Altezza max raggiunta 485 m
dislivello circa 500 m
tempo di percorrenza circa 2.30 h
coordinatore: A. Mauri

Vai alla pagina dell’evento

APRILE

ESCURSIONE in Liguria

Punto di partenza Camogli (GE)
Quota max raggiunta m 470
Dislivello 1000 m circa
Ore di cammino A/R 5,00 h
Difficoltà EE
Info utili viaggio in pullman

Il sentiero delle Batterie è un percorso giudicato fra i più affascinanti dell’area del Parco Naturale di Portofino con i suoi panorami sul mare ed il golfo del Paradiso. Il nome Batterie è riferito alla presenza di postazioni di contraerea della seconda guerra mondiale. E’ dotato di un tratto attrezzato con catene di sicurezza per alcuni tratti esposti dove, l’attenzione ed un po’ di adrenalina, andranno in progressione.
L’Abbazia di San Fruttuoso -meta della nostra escursione- la Torre Doria ed il Cristo degli Abissi faranno da cornice a questo luogo magico ed affascinante. Per il ritorno verrà utilizzato il battello fino a Punta Chiappa e da lì, con circa 900 scalini, riprenderemo il sentiero del ritorno.
coordinatore: A. Mauri

ESCURSIONE alle “scalette” di Bergamo

Le scalette di Bergamo: viottoli acciotolati, stradine e ripidi gradini che salgono fino al centro medioevale della Città Alta di Bergamo. Passo dopo passo percorrendo le piazze e le vie storiche fino alle mura veneziane, oggi patrimonio UNESCO.

Altezza max raggiunta 479 m
dislivello circa 300 m
tempo di percorrenza 3.30/4.00 h
difficoltà E
coordinatore: A. Mauri

 

ESCURSIONE in Lombardia

Punto di partenza Sasso di Gargnano (BS) 550 m
Quota max raggiunta Monte Comer (1279 m)
Dislivello 700 m circa
Ore di cammino A/R 5,00 h
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Sentiero escursionistico che dall’abitato di Sasso sopra Gargnano sale fino a Cima Comer lungo il costone della montagna. Lungo il sentiero diversi sono i punti panoramici con splendida visuale sul Lago di Garda da Malcesine fino a Sirmione. Da non perdere la visita all’eremo San Valentino e l’osservatorio di Cima Comer. E’ un itinerario ad anello con tappe intermedie all’Eremo di S. Valentino (770 m), Cima Comer e Baita degli Alpini (985 m).
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

 

MAGGIO

ESCURSIONE in Lombardia

Punto di partenza Bene Lario, Val Menaggio (380 m)
Quota max raggiunta 1698 m
Dislivello 1300 m
Ore di cammino A/R 7,30 h.
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Il Monte Galbiga è un grosso panettone prativo posto tra i laghi di Como e di Lugano che consente nelle giornate terse di vedere ben sei laghi in fila (lago Maggiore, lago di Muzzano, lago di Lugano, lago di Piano, lago di Como, lago di Mezzola) ed una favolosa panoramica della catena alpina: dal Monviso passando per il Monte Rosa, il Finsteraarhorn, il gruppo Bernina/Monte Disgrazia fino al Monte Legnone ed alle Grigne.
Si raggiungerà il Rifugio Venini (1576 m) e da qui, percorrendo un ultimo tratto di ampio sentiero, troveremo un osservatorio astronomico e vecchie fortificazioni della linea Cadorna.
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

ESCURSIONE in Piemonte

Punto di partenza Campiglia Soana (1350 m)
Quota max raggiunta Santuario (2019 m); Colle (2578 m)
Dislivello 670 m; 1230 m
Ore di cammino A/R 4,00 H; 5,30 h
Difficoltà T-E
Info utili viaggio in pullman

Nel versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso esiste un santuario coperto da una roccia gigantesca. Si tratta del Santuario di San Besso situato a 2000 metri di altezza, incastonato in un grosso macigno, il Truc di San Besso, in Val Soana.
Il santuario fu costruito nel XVII secolo e completato nel 1669. Itinerario tra fede e natura che fornisce all’escursionista l’occasione di visitare una vallata non molto conosciuta ma ricca di fascino, di storia e spiritualità.
coordinatore: M. Biella

 

GIUGNO

ESCURSIONE in Lombardia

7^ edizione di “In CAMMINO nei PARCHI”
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Cai e Federparchi indicano per questa domenica lo svolgimento della 7^ Edizione “in CAMMINO nei PARCHI 2019” e della “19^ Giornata Nazionale dei Sentieri”.
La Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano del Cai, che coordina le iniziative, invita a camminare in libertà per scoprire paesaggi e meraviglie di montagne e Parchi d’Italia, incontrandosi sui sentieri.
Lo slogan di riferimento è SENTIERI PER CONOSCERE. Si attiva così un circuito virtuoso con camminare per conoscere, conoscere per amare, amare per tutelare.
La nostra sezione propone questa escursione nel Parco Regionale Campo dei Fiori, un’area protetta delimitata a nord ovest dalla Valcuvia, a est dalla Valganna ed a sud dalla città di Varese. Si propone la visita ulteriore all’Osservatorio Astronomico GV Schiapparelli.
coordinatori: G. Lovati, A. Brambillasca, L. Chirico

 

ESCURSIONE ESPERTI in Lombardia

Punto di partenza Pianezza- BG (1267 m)
Quota max raggiunta Passo di Belviso (2518 m)
Dislivello 1500 m circa
Ore di cammino A/R 7,00 h
Difficoltà EE
Info utili viaggio con mezzi propri

La storia del rifugio Tagliaferri è di quelle vere, che ti colpiscono nel profondo. Racconta di un sogno, quello di un alpinista, il vilminorese Nani Tagliaferri, e del suo ambizioso desiderio di realizzare un rifugio alpino (il più alto delle Orobie ubicato appena sotto il Passo di Venano). Un sogno, però, tragicamente interrotto, quando nel 1981 l’esperto alpinista perse la vita scalando una montagna andina. Il sogno viene raccolto dal fratello, Francesco, oggi attuale gestore che lo realizza. Il sentiero di salita proposto è quello che passa accanto ai resti della Diga del Gleno (1520 m), prosegue sul sentiero che risale la Valle di Belviso e raggiunge l’omonimo Passo (2518 m).
coordinatore: G. Passoni

 

ESCURSIONE INTERSEZIONALE ONC Lombardia

Punto di partenza Plan di Montecampione- BS (1745 m)
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Il territorio della Val Grigna è un ampio mosaico di ambienti, tessere di un paesaggio multiforme, capace di offrire vette e pianori, versanti e conche rinverditi dalla vegetazione delle foreste, dei prati e dei pascoli. La presenza antropica in questi luoghi è secolare e le attività rurali si intrecciano con l’attività mineraria, testimoniando l’inscindibile legame tra l’Uomo e le Terre alte. Si tratta di un’area montana, a cavallo tra la bassa Valle Camonica e l’alta Valle Trompia, tra le più preservate dell’intera Regione Lombardia al centro della quale si colloca la proprietà regionale denominata “Foresta di Lombardia Valgrigna” ricadente nei comuni di Bienno, Berzo Inf., Bovegno, Esine e Gianico e gestita da ERSAF, l’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste. Gli operatori ONC della nostra sezione, in collaborazione con la ONC Regionale, propongono un percorso naturalistico alla scoperta dell’area.
coordinatori: G. Bossi (Cai Cernusco S/N), G. Lovati)

LUGLIO

ESCURSIONE in Valle d’Aosta

Punto di partenza Cheneil, AO (2100 m)
Quota max raggiunta Monte Roisetta-vetta (3334 m)
Dislivello 1250 m circa
Ore di cammino A/R 6,30 h
Difficoltà E (occorre buon allenamento)
Info utili viaggio in pullman

La Roisette costituisce una delle mete più ambite per chi si reca nella Conca di Cheneil: robusta e tozza montagna, essa mostra un versante brullo ma facilmente percorribile fino alla cima ovest, dove il Cervino è ben visibile dalla vetta.
Giungeremo con questa escursione alla vetta Nord, considerata l’anticima, poichè la cima vera e propria presenta nel tratto finale un percorso di tipo alpinistico. Il paesaggio è tra i più variegati: attraverseremo pascoli, pendii prativi e costeggeremo il fiume che attraversa la Valtournenche, ma soprattutto saremo al cospetto dei Monti più imponenti della Valle d’Aosta.
Per chi volesse partecipare all’escursione, ma non se la sente di affrontare 1300 m di dislivello, abbiamo pensato ad un giro alternativo: partenza da Cheneil e su comodo sentiero si prosegue fino al Santuario Clavalitè, proseguendo su un tratto di dorsale si raggiunge il sentiero che porta in cima alla Punta Falinere (2763 m) con un dislivello positivo di 800 m.
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

ALPINISTICA in Trentino

La straordinaria via delle Bocchette Alte è la ferrata più famosa delle Dolomiti di Brenta. Un itinerario che non delude e regala panorami impareggiabili. Il percorso attraversa le Bocchette su una serie di cengie esposte toccando i 3000 metri di quota. Richiede una buona preparazione fisica e alpinistica (500 m di dislivello in 6,00 h. circa)
Pernotteremo al Rifugio Pedrotti arrivando dopo aver percorso la non meno emozionante e mediamente impegnativa “Via delle Bocchette Centrali”, itinerario che attraversa in quota un ambiente selvaggio su cengie molto esposte ma sempre ottimamente attrezzate (300 m di dislivello in 3,30 h. circa).
coordinatore: A. Vismara

AGOSTO

ESCURSIONE in Lombardia

Punto di partenza Chiesa di S. Giuseppe (1460 m)
Quota max raggiunta Sasso Nero (2921 m)
Dislivello 1300 m
Ore di cammino A/R 7,30 h
Difficoltà EE
Info utili viaggio con mezzi propri

Il Sasso Nero è un’imponente e complesso massiccio roccioso fra l’alta Valmalenco ad W e la valle Scerscenn ad E. Ha due vette principali, la SE e la NW. La vetta SE è la meta escursionistica ed è anche la più panoramica essendo più aperta verso S.
La cima di questa montagna è uno dei balconi panoramici più spettacolari sul gruppo del Bernina, mentre verso sud la vista spazia dal Pizzo Scalino, alle Orobie, al Disgrazia e a tutte le cime che contornano Chiareggio. Per questo giro, si risalirà il versante ovest percorrendo il selvaggio vallone sopra l’Alpe Sasso Nero. Si deve raggiungere il Rifugio Palù, passando per l’Alpe Barchetto. Da qui si risale l’Alpe Roggione, si segue il sentiero dell’Alta Via verso il Rifugio Longoni. Arrivati all’Alpe Sasso Nero, si continua a salire fino ad un crinale, raggiungendo il percorso che proviene dal Bocchel del Torno, e arriveremo in cima.
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

ESCURSIONE in Valle d’Aosta

Punto di partenza Cheneil, AO (2100 m)
Quota max raggiunta cima sud (3370 m)
Dislivello 1420 m circa
Ore di cammino A/R 7,00 h circa
Difficoltà E fino all’inizio vallone, EE fino in cima
Info utili viaggio con mezzi propri

Il Gran Tournalin è la cima più elevata tra tutte quelle che circondano a est e a ovest la Val d’Ayas; questo ne fa una meta molto interessante. La vetta è formata in realtà da due cime: la nord (il punto più alto) con difficoltà alpinistiche; e la sud di pochi metri più bassa che può essere raggiunta in condizioni escursionistiche. La cima è divisa dal Petit Tournalin da una marcata depressione (detta colle del Tournalin a 3130 m, possibile meta per chi non vuol proseguire per la cima, ma che risulta comunque un magnifico punto panoramico sul Cervino e sul massiccio del Rosa).
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

SETTEMBRE

ALPINISTICA in Lombardia

Il Pizzo delle Tre Mogge è uno degli ultimi bastioni occidentali del Bernina. Inconfondibile da ovunque lo si osservi, per via delle rocce di calcare bianco che lo ricoprono.
Salita molto panoramica in ambiente spesso selvaggio: da San Giuseppe in Val Malenco si arriva al rifugio Longoni (2450 m) dopo 850 m di dislivello in 2,30 h. di cammino. Pernottiamo al rifugio e il giorno seguente saliamo alla vedretta del Malenco e da qui imbragati-ramponati risaliamo il canale centrale che ci porterà direttamente a pochi metri dalla vetta (990 m di dislivello).
coordidnatore: P. Villa

ESCURSIONE in Piemonte
Punto di partenza Ceppo Morelli (750 m)
Quota max raggiunta Alpe Laveggio (1370 m); Pizzetto (1877 m)
Dislivello 650 m; 1150 m
Ore di cammino A/R 4,30 h; 6,30 h
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Siamo nei pressi della parete est del Monte Rosa, nella valle di Macugnaga, partendo dal paese di Ceppo Morelli.
I due itinerari proposti si differenziano per impegno, quota raggiunta e lunghezza del percorso, sul versante sud della valle Anzasca.
Entrambi i gruppi partono dal paese, prendendo un sentiero in ascesa piuttosto graduale nel bosco: il gruppo A giunge all’Alpe Laveggio (1370 m), dove sosta, ma con possibilità, per chi volesse, di proseguire nel bosco in piano ad una vicina alpe. La vista si apre verso la vallata ed una parte del Rosa.
Il gruppo B prosegue in salita fino a giungere al “Campo Aostano” e alla soprastante cima del Pizzetto (1877 m), con vista sull’intera parete est del Monte Rosa.
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate

OTTOBRE

ESCURSIONE in Lombardia

Punto di partenza Borgonuovo di Piuro (SO)
Quota max raggiunta 1024 m
Dislivello 700 m
Ore di cammino A/R 5.00 h
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Giro ad anello ai nuclei di Savogno e Dasile con salita tramite mulattiera, e rientro dal sentiero panoramico attrezzato delle cascate dell’Acqua Fraggia.
Gita di interesse storico oltre che naturalistico in un ambiente montano suggestivo e di rara bellezza. Le cascate ci accompagneranno per tutto il ritorno con scorci e vedute di notevole impatto.
La giornata prevede anche la visita guidata di Palazzo Vertemate Franchi, gioiello del Cinquecento lombardo, che raggiungeremo, sempre tramite sentiero, nel pomeriggio prima del rientro.
coordinatore: A. Mauri

ESCURSIONE PLURIGIORNALIERA in ISRAELE

La nostra sezione Cai propone, per la prima volta, un trekking tra storia e natura nella Valle del Giordano. Per l’organizzazione di questa iniziativa sono aperte le preiscrizioni per la manifestazione di interesse alla proposta.
Si tratta di 8 giorni in Israele con pernottamenti a Gerusalemme e altre località nel periodo (da definirsi con precisione) tra il 14 e il 24 ottobre 2019.
Il viaggio sarà effettuato in aereo da Milano a Tel Aviv.
Escursioni giornaliere previste: Gerusalemme sotterranea, Mura e Città Antica; Gerico e monastero di San Giorgio; Mar Morto; Cittadella di Masada; Oasi e cascate di Eni Gedi; castello di Herodium; Jaffa.
coordinatore: T. Sartini

ESCURSIONE Svizzera

Punto di partenza Brè (Lugano-CH), 785 m
Quota max raggiunta Monte Boglia (1516 m)
Dislivello 737 m
Ore di cammino A/R 6.00 h
Difficoltà E
Info utili viaggio in pullman

Una giornata all’insegna di splendidi panorami su Lugano e il suo lago dominati dal Monte San Salvatore. Arrivati a Brè, si visita il pittoresco villaggio omonimo, luogo di villeggiatura e residenza di artisti. Dal villaggio parte una passeggiata ad anello che porta sul Monte Boglia, dal quale si gode di un’altra magnifica prospettiva sul golfo di Lugano, sulla sponda italiana del lago a sud e sulle montagne (fra cui le caratteristiche cime dei Denti della Vecchia) a nord.
coordina: Commissione Escursionismo Cai_Vimercate